Faq

Cosa è la speleologia?

Si possono dare molte definizioni di Speleologia.
Per Wikipedia e non solo la speleologia (dal greco spélaion=caverna e lògos=discorso) è la scienza che studia i fenomeni carsici ovvero le grotte e le cavità naturali, la loro genesi e la loro natura. In quest’ambito, essa si inserisce tra le scienze che studiano la terra ed in particolare i fenomeni naturali che avvengono nel sottosuolo, tra cui il movimento delle acque sotterranee (idrologia ed idrogeologia) e la biologia (biospeleologia).
Per noi è anche una attività sportiva non competitiva e quindi l’insieme di attività, fisiche e mentali, compiute al fine di migliorare e mantenere in buona condizione l’intero apparato psico-fisico umano e di intrattenere chi le pratica, a differenza di altre attività sportive in speleologia si è tutti protagonisti e nessuno è spettatore.

Quindi occorre essere dei veri atleti?

No, serve avere quella che si dice una sana e robusta costituzione certificata dal medico curante.

Cosa devo fare per poter entrare in grotta?

Allenarsi a usare prevalentemente le gambe e a progredire con continuità. Avere una buona capacità di adattamento per abituarsi al buio e al fango, respirare con tranquillità, imparare ad osservare ciò che ci circonda, ascoltare i consigli di chi ci precede, evitare la confusione.

Figlio mio ma sei matto, e se poi crolla tutto?

È estremamente improbabile che una grotta possa crollare se non in tempi geologici, le grotte percorribili dall’uomo sono stabili, la loro forma e la loro struttura sono immutate da centinaia di migliaia di anni. Tra l’altro se non ci si mette di mezzo l’uomo essendo la Sardegna una delle zone meno sismogenetica d’Italia le ns. grotte sono sicurissime.
.. e lo sò ora magari vuoi sapere che cosa vuol dire sismogenetica. Per saperlo ti tocca venire in Sede. 🙂

È molto buio, riesco a vedere?

Si, nelle grotte generalmente già a pochi metri dall’ingresso c’è un’oscurità totale, ma si riesce a vedere grazie a quelle simpatiche luci che ci portiamo montate sul casco.

Si respira?

Eccome, le grotte hanno un ottimo sistema di ventilazione che garantisce un aria pura che viene continuamente rinnovata.

Quali sono le condizioni ambientali in grotta?

L’ambiente ipogeo non è ospitale per l’uomo e per tutti gli esseri di superficie. Di norma c’è parecchia umidità e la temperatura rimane sostanzialmente costante per tutto l’anno.
La temperatura, il cui valore dipende in generale dal clima della zona e dalla quota sul livello del mare, per le grotte sarde varia tra i 14 e i 18° C

Perché il costo del corso è così basso?

Il Gruppo Speleologico Cagliaritano è una associazione, per sua natura apolitica, apartitica e senza fini di lucro, si propone: la scoperta, l’ esplorazione e lo studio delle grotte; la valorizzazione e la salvaguardia delle grotte e dell’ambiente in cui si trovano; l’organizzazione di escursioni a carattere naturalistico, scientifico ed ecologico; la pubblicazione di opuscoli, libri, bollettini e articoli aventi carattere speleologico, archeologico, escursionistico ed ecologico; l’organizzazione di attività a carattere divulgativo quali conferenze, corsi. convegni, etc. Il ricavato dell’attività didattica è destinato all’acquisto delle attrezzature collettive ed al mantenimento delle spese sostenute dal gruppo.

Parte dei contenuti sono tratti da: “Grotte e Speleologi” di G. Badino.